San Marco si coccola bomber Salerno. "Voglio superare quota 20 gol"

Foto: Clara Salerno
Foto: Clara Salerno

Il campionato di Promozione è iniziato da 5 giornate, e tra le sorprese annovera il San Marco di Iannacone. I celestegranata sono posizionati a quota 10 punti in zona play-off a due punti dal primo posto, merito di una solidità di squadra importante e dei gol del suo bomber, Lorenzo Salerno. L'ex Atletico Vieste è sicuramente il protagonista fino ad ora sia del campionato del San Marco che di tutta la Promozione. Noi di I am Calcio Foggia lo abbiamo intervistato.

6 gol in 5 partite. Il bomber del mese sei tu. Hai trovato la dimensione perfetta a San Marco?

Ho ritrovato una grande squadra con la quale ho condiviso momenti indimenticabili già nella scorsa stagione. Mi trovo bene con loro in campo, ma anche al di fuori di questo siamo comunque una grande famiglia. Non avevo dubbi che altri giocatori, come Quitadamo e Ferrantino, avrebbero migliorato ulteriormente la squadra, e infatti lo stanno dimostrando.

Il San Marco è la rivelazione di questo inizio campionato. Qual è il vostro segreto?

Nessun segreto. La nostra è stata una partenza mirata a un ottimo campionato. Siamo ancora in fase crescita, ma sulla strada giusta. Penso che potremo dire la nostra in questo campionato.

Dove pensi possa arrivare questo San Marco?

Puntiamo a fare un buon campionato, ovviamente tutto dipende da noi. Lavorando con costanza, volontà e umiltà, come stiamo già facendo, penso che possa arrivare tranquillamente tra le prime cinque.

Nella tua carriera hai sempre segnato in qualsiasi squadra tu abbia giocato, risultando tra i bomber più prolifici della Puglia. Come mai non sei mai andato oltre l'Eccellenza?

La Serie D è stato uno dei miei obiettivi, ma sia per scelte personali sia per condizioni avverse non mi è stato permesso. Spero in ogni modo che il futuro possa concedermi la possibilità di giocare nel campionato di serie D.

Una promessa ai tifosi: sei già a quota 6 gol, riusciamo ad arrivare a 20 quest'anno?

Il gol è una delle più grandi soddisfazioni che un attaccante possa desiderare. Io spero di oltrepassare la quota. Ma la promessa quest'anno non riguarda questo, quanto arrivare tra le prime cinque in classifica.

Francesco Beccia