Calciomercato LIVE

Foggia, Kragl: "Qui la gente mi vuole bene. Mai più a Crotone"

L'intervista al centrocampista rossonero
L'intervista al centrocampista rossonero

E' sicuramente il giocatore del momento in casa Foggia da due mesi a questa parte ormai. Parliamo ovviamente di Oliver Kragl. Il centrocampista classe '91 tedesco, intervenuto ai microfoni di trasfermarkt.it, ha analizzato il suo momento parlando in primis dell'addio al Crotone:

"A Crotone mi aveva cercato Nicola, poi ha dato le dimissioni. E' arrivato Zenga ma non mi ha mai preso in considerazione, nonostante mi disse più volte che stavo facendo bene e che meritavo di scendere in campo. Disputai 20 minuti contro il Milan direi in maniera eccellente, tornai a casa felicissimo. Poi durante la sosta, mi chiamò il mio agente mentre ero in vacanza a Dubai e mi disse che Zenga non puntava più su di me. Non potevo crederci, gli chiesi se mi prendeva per il c**o. Mi hanno cercato poi sia Bari che Carpi, ma scelsi Foggia. Mi chiamò Stroppa e disse che mi voleva fortemente. Sentire la fiducia che mancava a Crotone era molto importante. Io sono consapevole di quanto valgo e di cosa sono in grado di fare. So valutare quando devo giocare e quando no, magari se un altro su quella posizione fa meglio di me".

Sul futuro invece? "Spero di tornare a giocare in Serie A. I miei gol? Sinceramente non sono una macchina da gol. Non so spiegarmi questo mio andamento attuale. Vedremo cosa succederà. Comunque è certo che non voglio ritornare al Crotone. Anche se otterranno la salvezza. Lì non mi sono sentito a mio agio. Qui a Foggia ho la sensazione che la gente mi vuole bene: i tifosi, i giocatori, l’allenatore. Voglio ripagare questa fiducia e poi spero che la società eserciti il riscatto di 400.000 euro. Tornare in Germania? Perché dovrei se qui posso guadagnare il doppio? Qui mi sento a mio agio, ho una ragazza con cui mi sono fidanzato. Andrei anche in Cina se mi propongono cinque milioni di euro all’anno (ride). Perché no?".

Francesco Beccia