Calciomercato LIVE

La Rocca-Tufara Valle 1-2: Franco manda i caudini in finale

Enrico Franco
Enrico Franco

La seconda semifinale di Coppa Irpinia decide l'avversaria del Conza nell'atto conclusivo della competizione. La Rocca, forte dei ventiquattro successi in altrettanti incontri nel girone A di Terza Categoria, sfida sul sintetico amico il Tufara Valle, trionfatore con qualche affanno in più nel raggruppamento D.

I giallorossi di Marcello Feninno, per l'occasione in completo bianco, provano presto a fare la voce grossa, ma il primo lampo è del 10 ospite Franco che si beve il diretto avversario e pesca al centro Checola: il mancino del centrocampista tufarese è, però, debole e facile preda di Di Feo. La risposta dei locali è immediata e perentoria ma sbatte contro i guantoni di un super Sasso, che prima respinge la conclusione di Castelli e poi si oppone con un gran riflesso a Gerardo D'Agostino. Passano 18' ed è Aliberto a mettere i brividi ai pugliesi con un stacco aereo da corner che sbatte contro la trasversale. Il pericolo scampato rinvigorisce la formazione di Rocchetta Sant'Antonio che nell'ultima parte di prima frazione mette alle corde i caudini, salvati dall'imprecisione degli avversari ma soprattutto da un Sasso ancora superlativo specie sulla torsione di Castelli alla mezz'ora.

Nella ripresa il copione cambia drasticamente ed il Tufara, che nel frattempo aveva perso anche l'avanti Cavaiuolo per infortunio, colleziona occasioni su occasioni prima del tuffo aereo di Barrow che trafigge Di Feo al quarto d'ora. A questo punto La Rocca non può far altro che riversarsi in avanti dove Castelli gode del supporto del subentrato mister-calciatore Marcello Feninno. Proprio l'allenatore dei padroni di casa trova il pari a coronamento dell'assedio. E' il minuto ottantotto quando il numero diciannove riesce nell'impresa di superare Sasso: i guanti del numero uno di Pannarano arrivano anche sulla zuccata di Feninno ma non riescono ad evitare un pari scongiurato dal portiere ospite poco prima con un'uscita provvidenziale.

Dopo l'1-1 la compagine di casa pecca di frenesia e nel tentativo di evitare i calci di rigore con un'incredibile rimonta in zona Cesarini lascia a Fucci l'opportunità d'involarsi indisturbato al 93°: il quattordici di mister Pagnozzi non se la fa sfuggire e alla fine della corsa serve al centro Franco, freddo con un mancino che gela il comunale.

S'interrompe a 47 la striscia di gare senza sconfitte della squadra foggiana, che tra le mura di casa non perdeva dal 26 novembre 2016. Altro motivo d'orgoglio in una stagione esaltante per il Tufara Valle, che adesso sogna il double.

La Rocca 1-2 Tufara Valle: il tabellino.

La Redazione