S.Nicandrum, Gravinese: "Pronto a dare il meglio anche da allenatore"

Le parole del neo allenatore sipontino
Le parole del neo allenatore sipontino
- 65961 letture

Elia Gravinese è pronto per il debutto da allenatore alla guida del Sanctum Nicandrum, dopo la chiamata della società sipontina in sostituzione del tecnico uscente Franco Grasso. Una carriera da giocatore ricca di successi, ben nove campionati vinti, tanti i titoli di capocannoniere in bacheca insieme al Pallone D'oro di Capitanata, ottenuti con maglie importanti come quelle di Manfredonia, Monti Dauni, Lucera, Apricena e San Marco. Ora c'è da difendere un secondo posto in classifica, che significherebbe finale diretta dei play-off senza dover affrontare la semifinale. "Ho deciso di lasciare il calcio giocato - commenta Gravinese - perché è complicato fare sia l'allenatore che il giocatore. Se vuoi far bene devi sacrificare una delle due, e credo sia arrivato il momento di iniziare questa nuova esperienza. Sicuramente le ambizioni di fare l'allenatore non erano previste da subito perché sono uno a cui piace curare i particolari, perché sono convinto che i particolari fanno grande un uomo, un allenatore e soprattutto un gruppo. Ho accettato perché il gruppo oltre ad essere di un'altra categoria, ha voluto come traghettatore me. La sensazione - prosegue - è sicuramente diversa perché passare dal calcio giocato da protagonista a fare l'allenatore è ben differente. Nonostante ciò non ho esitato un solo istante ad accettare anche mettendo in conto che potrò iniziare questa nuova avventura con un fallimento. Ma sono sicuro che a prescindere da dove si farà la finale play-off, noi vinceremo. Sono molto preso perché mi piace vincere e soprattutto perché i ragazzi si aspettano tanto da me. Andare al campo e vedere 26 tesserati mettersi a disposizione in tutto e per tutto mi gratifica. Userò molto il mio bagaglio tecnico e la mia esperienza per tirare fuori il meglio di loro. Credo che ora più che mai contano i fatti alle parole. Ringrazio - conclude - per la possibilità offerta, il presidente Vitulano che crede tanto in me, e soprattutto perché mi ha dato la possibilità di iniziare con uno staff davvero professionista nelle vesti di Caratu' Giovanni e Vitulano Giuseppe, rispettivamente preparatore e allenatore dei portieri".

Antonio Di Caterina