Calciomercato LIVE

Alto Tavoliere San Severo, ancora un innesto: preso anche Ligorio

Ancora un innesto per i giallogranata
Ancora un innesto per i giallogranata

Ancora un innesto nella rosa dell'Alto Tavoliere San Severo. Da oggi a disposizione di Giacomarro anche il classe 93' Giacomo Ligorio.

Cresciuto nelle giovanili del Lecce, la carriera di Ligorio si sviluppa quasi totalmente tra i professionisti in Serie C. Sale alla ribalta delle cronache in serie D nella stagione 2011/2012 nelle fila dell’Atletico Trivento dove colleziona ben 33 presenze E 1 gol, La compagine molisana al termine della stagione purtroppo fallisce ma, nonostante ciò, il calciatore originario di Grottaglie riesce a strappare un contratto nei professionisti con L’Aquila dove mette in cascina subito altre 29 presenze. Nella stagione successiva un breve passaggio al Teramo prima di passare nella stagione seguente alla Torres. Nel 2015/2016 il ritorno all’Aquila per un totale di oltre 70 presenze complessive tra i professionisti. Agile e astuto difensore mancino, Ligorio negli ultimi 2 anni annovera un passaggio in Eccellenza pugliese nell’Avetrana mentre nella stagione in corso aveva riassaporato il profumo della D nelle fila dello Sporting Fulgor Molfetta, iscritto al girone H, lo stesso della compagine sanseverese. Il difensore si era aggregato al gruppo già prima di Natale ed aveva trovato l’accordo con la società nella scorsa settimana: ma l’ormai famigerato virus influenzale ha messo K.O. anche lui e fatto rimandare tutto a questa.

Dunque un altro acquisto importante messo a segno dal Direttore Sportivo Gigi Marino che lo ha fortemente indicato alla corte di mister Giacomarro, mettendo in cantiere quel centrale mancino tanto richiesto.

Dall’arrivo del tecnico di Marsala sono ora ben 10 gli acquisti effettuati dal DS giallogranata con il placet del patron Paolo Dell'Erba: un vero e proprio restyling della rosa. Un importante mercato che ha subito cambiato le sorti del San Severo, considerata la serie positiva in corso, salita a quota 6 gare dopo il pareggio interno col Picerno. Una striscia di risultati che se verrà allungata farà ben presto risollevare il sodalizio dauno dalla palude dei bassifondi della classifica.

Ignazio Silvestri