Il Foggia risponde presente ma è solo pari: 1-1 contro il Cittadella

Parità allo Zaccheria
Parità allo Zaccheria

Termina 1-1 il match dello "Zaccheria" tra Foggia e Cittadella, andato di scena questo pomeriggio e valevole per la 29a giornata del campionato di Serie B. All'autogol di Tonucci ha risposto Mazzeo su rigore. Una buona prova d'orgoglio dei rossoneri contro un avversario ostico e in gran forma. 

CRONACA - Grassadonia opta per un 3-5-2 che vede il terzetto difensivo composto da Tonucci, Billong e Ranieri davanti a Leali; sulle fasce agiscono Kragl e Zambelli, in mediana Gerbo e Deli ai lati del regista Greco; in avanti, Chiaretti supporta l'unica punta Iemmello. Venturato risponde con un 4-3-1-2 con Schenetti a ridosso delle punte Finotto e Moncini.

La gara è viva sin dai primi minuti da ambo le parti, con le squadre che "ringhiano" su ogni pallone. La prima occasione arriva all'11': Schenetti dal limite impegna Leali che in allungo sulla sua destra blocca il pallone. Risponde il Foggia con Deli che dal limite conclude a lato. Al 30' cross di Kragl dalla sinistra, in area svetta Tonucci che di testa conclude di pochissimo a lato. Sei minuti più tardi ancora Kragl serve Gerbo al limite che calcia di prima intenzione ma trova un super Paleari a deviare in angolo una palla diretta all'incrocio. Questa l'ultima emozione di un primo tempo che si conclude dopo 2 minuti di recupero. 

La ripresa si apre con un cambio nel Cittadella: dentro Frare per Drudi. Al 47' Gerbo dal limite si coordina e calcia benissimo ma la palla termina di pochissimo alta sopra l'incrocio. Risponde il Cittadella con una bellissima azione manovrata a liberare Schenetti al limite che calcia da buona posizione ma spara alto. Al 55' la gara di sblocca: cross dalla sinistra di Adorni, Tonucci interviene di testa di tuffo ma beffa Leali infilando la palla in porta sul palo opposto e permettendo ai granata di passare in vantaggio. Grassadonia non si perde d'animo e aumenta la forza offensiva: fuori Chiaretti e Zambelli, dentro Mazzeo e Cicerelli. Venturato risponde con Settembrini per Siega. Al 69' Benedetti va via sulla sinistra, entra in area, salta un avversario e da posizione defilata tenta di superare Leali che si rifugia in angolo. Quattro minuti più tardi Iemmello sciupa una ghiottissima occasione: il Cittadella perde palla, l'attaccante rossonero si invola tutto solo verso Paleari ma il portiere granata riesce in allungo a deviare palla in angolo sulla conclusione del numero 9. Lo stesso Iemmello divora pochi istanti dopo un'altra occasione, non riuscendo da pochi passi a superare il portiere ospite su sponda di Mazzeo. Quest'ultimo allora decide di mettersi in proprio e due minuti dopo si procura un calcio di rigore, dopo esser stato atterrato da un difensore granata. Lo stesso Mazzeo s'incarica della battuta del tiro dal dischetto spiazzando Paleari e facendo esplodere lo "Zaccheria". Venturato corre ai ripati e inserisce Proia per Schenetti. Minuto 86', miracolo di Paleari: azione che diventa confusa in area granata dopo un contropiede sciupato da Deli, la palla termina a Gerbo che sbaglia la conclusione ma diventa un assist per Iemmello che di testa colpisce a rete ma trova dinanzi a sé un grande intervento del numero 1 granata. L'arbitro concede quattro minuti in cui però, non accade più nulla. 

Con questo pareggio il Foggia sale a quota 27 punti, mentre il Cittadella aggancia quota 40. Nel prossimo turno i rossoneri faranno visita alla capolista Brescia, mentre il Cittadella sarà impegnato in casa nel derby contro il Padova. 

LA CLASSIFICA AGGIORNATA

Francesco Beccia

Leggi altre notizie:FOGGIA CITTADELLA