La Coppa Italia di Promozione va alla Deghi: 1-1 con lo Sporting Donia

La coppa è della Deghi
La coppa è della Deghi

Se l'aggiudica la Deghi Calcio la Coppa Italia di Promozione. Ai salentini è bastato un pari per avere la meglio dello Sporting Donia in virtù della vittoria in trasferta nella gara d'andata.

CRONACA - Salvadore deve rinunciare agli squalificati Rollo, Deffo e Fracella. 4-3-3 per la Deghi con Libertini, Rizzo e Poleti a comporre il tridente d'attacco. Dalla parte opposta Papagni deve fare a meno di Pellegrini e Dall'Oglio, anch'essi appiedati dal Giudice Sportivo dopo la gara d'andata. Il tecnico biancazzurro opta per il 4-2-3-1 ed in avanti si affida a Ragno, Santolupo e Croce a supporto dell'unica punta che è Curci. Avvio di marca locale con i salentini che nonostante lo 0-1 dell'andata cercano sin dalle prime battute il gol della sicurezza. Dopo 5' cross dalla destra di Albertini con la difesa dello Sporting Donia che libera. Prima azione degna di nota degli ospiti all'11' con una punizione insidiosa da parte di Montemorra che si spegne di poco sul fondo. Al 18' Libertini si libera di due avversari e va alla conclusione, Monopoli si invola per deviare in angolo. Quattro minuti dopo gran botta di Malagnino dalla lunga distanza, palla di poco alta. La Deghi continua a premere sull'acceleratore ed al 29' passa in vantaggio grazie a Malagnino che trafigge Musacco con un tiro ad incrociare al termine di un perfetto contropiede. Timida la reazione da parte degli uomini di Papagni che tuttavia non riescono quasi mai ad infrangere la difesa di casa. Il primo tempo si conclude con un gol annullato ai salentini per la posizione irregolare di Malerba al momento della conclusione.

La ripresa si apre con i biancazzurri all'attacco. Al 49' angolo di Ragno, Monopoli ci prova di testa: blocca Isceri. Cinque giri di lancette più tardi cross di Montemorra, Curci si gira ma angola di troppo la conclusione. Al quarto d'ora punizione di Ragno direttamente in porta, Isceri smanaccia in angolo. Al 68' punizione di Montemorra e conclusione del neo-entrato D'Introno: palla alta. Scampato il pericolo i padroni di casa tornano a rendersi pericolosi con un tiro da fuori del solito Malagnino, Musacco vola per deviare in angolo. Sugli sviluppi del corner successivo Di Silvestro si libera per il tiro a giro, conclusione che scheggia la traversa. Sul fronte opposto punizione di Montemorra direttamente in porta, palla di poco oltre la traversa. Al 79' Musacco si supera per bloccare il tiro di De Pascalis. Stessa sorte all'84' sulla conclusione di Poleti. Lo Sporting torna a macinare occasioni ed al 92' trova il gol del pari grazie a Curci che infila Isceri su preciso suggerimento di Santolupo. Termina di fatto qui il match con la Coppa che va alla Deghi in virtù della vittoria nella gara d'andata.

IL TABELLINO DEL MATCH

Ignazio Silvestri

Leggi altre notizie:DEGHI CALCIO SPORTING DONIA