Il Cerignola frena a Vallo Della Lucania: 0-0 con la Gelbison

Pari a reti bianche per i gialloblù
Pari a reti bianche per i gialloblù

Finisce senza gol e senza vincitori la partita del ''Morra'' tra Gelbison ed Audace Cerignola. 0-0 con i gialloblù che hanno provato in tutti i modi a restare aggrappati al primato, nonostante l’inferiorità numerica per un tempo e mezzo.

CRONACA -  Mister Bitetto sceglie il 4-4-2 e ripropone Vitofrancesco come esterno di centrocampo e Foggia di fianco a Lattanzio. De Felice, dalla parte opposta, opta per un ordinato 3-5-2 con Merkaj e Caterino coppia d’attacco.

Pronti via ed Amabile, smarcato da Vitofrancesco, calcia in porta da posizione centrale: palla alta. La Gelbison risponde allo stesso volume con il cross di Maiese per il tiro da buona posizione di Passaro: palla larga. Il Cerignola al quarto d’ora è costretto al primo cambio: Longo, infortunatosi, deve lasciare il terreno di gioco: al suo posto entra Alessio Esposito. I padroni di casa provano a rendersi pericolosi al 18’ ma il tiro di Caterino dopo un batti e ribatti in area è ben respinto con i piedi da Abagnale. Di stessa entità è la risposta, due giri di lancette più tardi, di D’Agostino sul tiro ravvicinato di Foggia. Al 25’, Esposito si vede sventolare il rosso diretto per fallo da tergo su Caterino. Audace in dieci e primo tempo che scivola via senza nessun altro sussulto.

Nella ripresa, nonostante l’inferiorità numerica, sono sempre gli ofantini a fare la partita aumentando gradualmente i giri del motore. La Gelbison si difende e quando può prova a pungere in contropiede. Al 47’ Loiodice ci prova con un tiro dei suoi a giro: palla alta. Sul versante opposto è Passaro a provarci, sempre con un tiro a giro: palla non lontana dal palo difeso da Abagnale. Al 67’ Abruzzese libera Lattanzio che s’invola verso l’area avversaria e calcia di punta. Palla larga. Bitetto prova a mischiare le carte inserendo anche Marotta. Al minuto 84 la migliore occasione da gol arriva sui piedi di Loiodice. Lattanzio verticalizza per il 10 gialloblù che scatta sul filo del fuorigioco e prova con un pallonetto ad anticipare il portiere di casa. D’Agostino esce con i tempi giusti e respinge il tiro dell’ofantino. Nel finale, con il Cerignola spinto in avanti, la Gelbison crea due occasioni da gol prima con Merkaj (tiro respinto con i piedi da Abagnale) e poi con Caterino (questa volta c’è il guantone del numero uno gialloblù). È l’ultima emozione della partita: termina 0-0 con tante recriminazioni da parte dell’Audace.

Ofantini che guadagnano un punto sul Taranto ed è secondo in solitaria, mentre il Picerno scappa via a +9. Domenica prossima il derby casalingo contro il Nardò.

TABELLINO

GELBISON-AUDACE CERIGNOLA 0-0

GELBISON: D’agostino, Romanelli, Maiese (28’ s.t. Rossi), Pipolo (36’ s.t. Esposito S.), Hutsol (49’ s.t. De Cosmi), Grieco, Mejri, Vaccaro, Caterino, Passaro, Merkaj. A disposizione: Viscido, Chiochia, Greco, Musto, Salerno, De Luca. Allenatore: Severo De Felice.

AUDACE CERIGNOLA: Abagnale, Tedone, Ingrosso, Vitofrancesco (15’ s.t. Di Cecco), Abruzzese, Allegrini, Longo (14’ p.t. Esposito A.), Amabile (37’ s.t. Carannante), Foggia (15’ s.t. Nadarevic, 25’ s.t. Marotta), Loiodice, Lattanzio. A disposizione: Cappa, Russo, Cascione, De Cristofaro. Allenatore: Dino Bitetto.

ARBITRO: Simone Galipò della sezione di Firenze. ASSISTENTI: Marco Toce della sezione di Firenze ed Emanuele Spagnolo della sezione di Reggio Emilia.

AMMONITI: Romanelli, Passaro, Pipolo, Grieco (G); Lattanzio, Foggia, Allegrini (AC).

ESPULSI: Al 25’ del p.t. Esposito A. (AC) per gioco pericoloso.

RECUPERO: 2’ p.t.; 4’ s.t.

Ignazio Silvestri

Leggi altre notizie:AUDACE CERIGNOLA