Foggia, Grassadonia: "Tensione altissima ma adesso tocca a noi"

Le parole del tecnico rossonero
Le parole del tecnico rossonero

E' intervenuto in conferenza stampa Gianluca Grassadonia, tecnico del Foggia, nel post-gara di Foggia-Perugia terminata 1-0. Queste le sue parole: 

Dovevamo vincerla e l'abbiamo vinta contro un'ottima squadra dal grande palleggio e dalla grande qualità. Vittoria sofferta ma sapevamo fosse così. Primo tempo ricco di tensione, siamo stati bravi a saper soffrire e ad insistere alla ricerca del gol. Vittoria voluta e meritata per le volte in cui abbiamo calciato in porta. 

Siamo bersagliati da tanti infortuni, oggi non avevamo Cicerelli per una contrattura e non l'abbiamo potuto sfruttare. Abbiamo adattato Ranieri e Zambelli il quale oggi ha stretto i denti e che spero di recuperare, è entrato bene Galano così come Agnelli. La squadra ci crede e lo dico da mesi. Ci tiene a regalare la permanenza in B a questa gente. 

E' la mia ottava partita dal mio rientro e il gruppo ha fatto sempre benissimo per me. Ha dato l'anima sempre e ci ha sempre creduto. Analizzando la stagione è successo di tutto ma questa squadra è sempre stata aggrappata. 

Non ho visto il rigore, mi sono girato, l'importante era metterla dentro e portare a casa la vittoria. Tonucci espulso? Non me ne sono neanche accorto. Busellato è uscito per una botta al ginocchio. Vi posso assicurare che la tensione che si vive a livello emotivo è altissima. La squadra sta giocando con l'acqua alla gola sempre. 

La gente credo abbia capito che questa squadra abbia sempre gettato il cuore oltre l'ostacolo. Lo dobbiamo a loro, serve compattezza, lo dico da sempre. Sabato abbiamo un'altra finale, adesso tocca a noi. 

Rammarico per i punti lasciati per strada? Se tornassimo indietro perdiamo energie. Non ha senso in questo momento pensare a questo. Abbiamo il dovere di giocarcela a Verona ora. 

Il possibile punto di penalizzazione? Non ne so davvero nulla. Noi dobbiamo restarne fuori mentalmente da questo. Di sensato quest'anno c'è stato poco in questo campionato, quindi guardiamo solo alla partita di Verona. 

Francesco Beccia

Leggi altre notizie:FOGGIA