L'Audace Cerignola vince e vede la Serie C: ''manita'' al Taranto

Foto: Adriano Antonucci
Foto: Adriano Antonucci

L’Audace Cerignola batte il Taranto con un netto 5-1 e si aggiudica i play-off del Girone H di Serie D. Gara mai in discussione e decisa dalle doppiette di Russo e Loiodice oltre che dal gol di Foggia. Inutile la rete ionica siglata da D’Agostino utile solo a dimezzare lo svantaggio.

CRONACA – Modulo a specchio per i due tecnici che scelgono entrambi il 3-5-2. Cerignola schierato con Cascione, Abruzzese e Allegrini nei tre di difesa davanti ad Abagnale; Russo e Ingrosso esterni di centrocampo con Di Cecco in cabina di regia coadiuvato da Longo e Loiodice. In avanti il solito tandem d’attacco composto da Lattanzio e Foggia. Nel Taranto a protezione di Antonino ci sono Pelliccia, Lanzolla e Di Bari; Ferrara e Carullo larghi con Di Senso, Massimo e Manzo al centro. In attacco il duo D'Agostino-Croce.

Dopo un’iniziale fase di studio è il Cerignola ad andare per primo vicino al vantaggio al 9' con un’acrobazia di Longo che scheggia la traversa prima di terminare sul fondo. Tre minuti dopo più ghiotta l’occasione che capita sulla testa di Longo: grande azione di Loiodice dalla sinistra, palla al centro per il centrocampista che impatta a botta sicura, si supera Antonino che nega il gol ai padroni di casa con una gran respinta. La risposta nel Taranto è tutta nel tentativo di Di Senso direttamente da corner al quarto d’ora: attento Abagnale che non si lascia sorprendere. L’Audace prende in mano il pallino del gioco ed al 34’ sblocca meritatamente il match: Lattanzio entra in area al termine di un contropiede e conclude, Antonino si distende e respinge, prima del tap-in vincente di Russo che insacca a porta sguarnita. Ionici storditi e non in grado di reagire fino al 42’ quando Lanzolla ci prova dal limite con un gran tiro, bravo Abagnale a distendersi in calcio d’angolo. È anche l’ultima emozione della prima frazione di gioco: all’intervallo squadre negli spogliatoi col risultato di 1-0.

Nella ripresa il Taranto prova a cambiare registro grazie anche agli ingressi di Favetta e Bonavolontà, ma senza esito. Minuto 59 monumentale ripartenza di Loiodice, triangolazione con Foggia e conclusione letale che beffa Antonino per il 2-0 Audace. Passano dieci minuti ed ecco giungere anche il tris: Loiodice ruba palla e serve Foggia che va via a due avversari prima di concludere alle spalle di Antonino. Passa un ulteriore giro di lancette ed il Taranto accorcia le distanze: sponda aerea di Croce per la gran botta al volo di D'Agostino che beffa Abagnale. Segue una girandola di cambi ambo le parti prima del poker ofantino che giunge al 74’: Cascione innesca Loiodice che supera ancora Antonino con un chirurgico diagonale. Notte fonda sugli ionici e definitivo 5-1 che matura all’87’ con Russo che sigla la sua personale doppietta risolvendo al meglio uno svarione difensivo. Match che termina così senza ulteriori sussulti.

Finale di stagione da dimenticare per la squadra di Panarelli, situazione opposta invece in casa Cerignola che ora attraverso il ripescaggio sogna la promozione in Serie C. Sarà un mese e mezzo di fuoco in attesa di sapere se sarà Serie C o meno. In graduatoria, attualmente, ofantini in seconda posizione.

IL TABELLINO DEL MATCH

Ignazio Silvestri

Leggi altre notizie:AUDACE CERIGNOLA