Un brutto Foggia cede il passo al Sorrento: è 0-2 allo ''Zaccheria'' - I AM CALCIO FOGGIA

Un brutto Foggia cede il passo al Sorrento: è 0-2 allo ''Zaccheria''

Vittoria campana per 0-2
Vittoria campana per 0-2
FoggiaSerie D Girone H

Si ferma a nove risultati utili consecutivi la striscia positiva del Foggia, che non sfrutta a dovere il doppio impegno casalingo consecutivo, cedendo il passo ad un cinico Sorrento. 0-2 il parziale in favore dei campani con la squadra di Maiuri che con le big continua ad esaltarsi.

Toccante il prepartita con la società rossonera che ha voluto omaggiare i famigliari delle vittime del crollo dello stabile di Viale Giotto, quando l'11 novembre del 1999 persero la vita 67 persone. Tanta commozione con il giro di campo di famigliari e società salutato da un lungo e caloroso applauso del numeroso pubblico presente sugli spalti. A completare l'iter poi il minuto di raccoglimento.

CRONACA - Corda non cambia il suo credo calcistico e conferma ancora il 3-5-2, davanti inizialmente non c'è Iadaresta, che si accomoda in panchina, ma bensì Russo in coppia con Tortori. Dalla parte opposta campani schierati con il 4-3-3. 

Pronti-via e Foggia subito pericoloso dopo appena 4': assolo di Russo dai 35 metri e palla che non inquadra di poco lo specchio della porta. Quattro minuti più tardi la svolta del match: Delli Carri atterra De Rosa in area di rigore e per il direttore di gara non ci sono dubbi, penalty per gli ospiti. Dagli undici metri va Herrera che spiazza Fumagalli e porta il Sorrento in vantaggio. Avvio shock per i dauni che al quarto d'ora subiscono anche il raddoppio: pennellata di Herrera dalla destra per l'inzuccata vincente di Gargiulo che batte ancora Fumagalli. Prova ad abbozzare una reazione la squadra di casa due giri di lancette dopo: angolo di Cittadino che pesca Gentile a centro area, colpo di testa dello stesso capitano e gran risposta di Scarano. Sul prosieguo dell'azione proteste rossonere per un presunto fallo di mano. Notte fonda per gli uomini di Corda al 24' quando Campagna commette un fallo di reazione ai danni di Vitale e rimedia il rosso diretto lasciando i propri compagni in inferiorità numerica. A questo punto il Foggia prova ad affacciarsi in avanti a caccia del gol che riaprirebbe la partita, lasciando però inevitabilmente spazio alle ripartenze dei campani. Al 37' azione personale di Tortori e conclusione a giro, palla sul fondo. Niente più per la prima frazione di gioco: all'intervallo squadre negli spogliatoi con il Sorrento avanti 0-2.

In avvio di ripresa Corda ne cambia tre in una volta inserendo Iadaresta, Kourfalidis e Cadili ai posti di Sadek, Staiano e Delli Carri. Il copione del match però non cambia ed al 4' è ancora il Sorrento ad andare ad un passo dal tris con Herrera che in contropiede al tu per tu con Fumagalli si lascia ipnotizzare dall'estremo difensore del Foggia che devia in angolo. Proteste rossonere per il prosieguo dell'azione con Tortori a terra nell'area di rigore opposta. La squadra di Maiuri gestisce il doppio vantaggio in scioltezza, mentre il Foggia non riesce a pungere più di tanto neanche con il nuovo assetto tattico. Al 28' ci prova Russo, ma la sua conclusione termina alta. È giornata nera per i satanelli e lo dimostra anche il calcio di rigore fallito da Gentile al 42'. Si va avanti fino al 96', momento nel quale il direttore di gara fischia per tre volte sancendo così la meritata vittoria del Sorrento che in virtù di questo risultato sale a quota 19 punti in classifica. Il Foggia viene agganciato in seconda posizione dal Taranto, con il Bitonto che sbanca Nardò 3-0 e scappa via. 

IL TABELLINO DEL MATCH

LA CLASSIFICA AGGIORNATA

Ignazio Silvestri

Leggi altre notizie:FOGGIA Serie D Girone H