Notte fonda per il Foggia: allo "Zaccheria" passa anche l'Avellino - I AM CALCIO FOGGIA

Notte fonda per il Foggia: allo "Zaccheria" passa anche l'Avellino

Sconfitta rossonera per 1-2
Sconfitta rossonera per 1-2
FoggiaSerie C Girone C

Notte fonda per il Foggia, al terzo KO di fila dopo quelli con Bisceglie e Catanzaro. Allo "Zaccheria" passa anche l'Avellino di Braglia che si impone 2-1 grazie ai centri, uno per tempo, di D'Angelo e Santaniello. Rete rossonera siglata invece da Vitale.

CRONACA - Moduli speculari per i due tecnici che si affidano entrambi al 3-5-2. Per quanto riguarda il Foggia, Marchionni recupera Gavazzi, ma deve rinunciare allo squalificato Anelli, sostituito nel terzetto difensivo da Agostinone. Mediana diretta da Raggio Garibaldi, sostenuto ai lati da Gentile e Garofalo, mentre in attacco agisce il tandem composto da Curcio e D'Andrea. Dalla parte opposta ampio turnover per Braglia che lascia inizialmente in panchina Fella e Maniero, affidandosi in attacco all'inedita coppia formata da Bernardotto e Santaniello.

Dopo una prolungata fase di studio è l'Avellino a rendersi pericoloso per primo al 17': cross di Rizzo dalla destra, difesa del Foggia immobile, Santaniello indisturbato colpisce di testa da posizione favorevole, ma spreca clamorosamente mandando alto. Ancora biancoverdi pericolosi alla mezz'ora: serie di rimpalli all'interno dell'area di rigore del Foggia, palla che carambola sui piedi di D'Angelo che si coordina in rovesciata, conclusione che non inquadra però lo specchio della porta. I padroni di casa faticano ad imporre il proprio gioco, ne approfittano gli irpini che cinque minuti dopo sbloccano il risultato: liscio di Kalombo, De Francesco rimette in mezzo per D'Angelo che da due passi trafigge Fumagalli. L'Avellino, in pieno controllo della gara, si ri fa vivo al 42' con il colpo di testa di Dossena, su invenzione di Aloi, che Fumagalli neutralizza. Nel finale di prima frazione annullato a Ciancio il gol del possibile raddoppio, per un fuorigioco molto dubbio. All'intervallo squadre che rientrano negli spogliatoi con l'Avellino in vantaggio 0-1.

In avvio di ripresa Marchionni cambia assetto passando al 3-4-1-2 con gli ingressi in campo di Dell'Agnello e Ndiaye ai posti di Raggio Garibaldi e Kalombo. Tuttavia la musica non cambia e al 55' gli irpini vanno ancora vicini al gol: tiro-cross di Adamo dalla sinistra verso il secondo palo, Bernardotto tocca ma non riesce a dare la giusta potenza alla sfera. Il raddoppio è nell'aria e puntualmente arriva otto giri di lancette più tardi: Gavazzi atterra Bernardotto in area, il direttore di gara non esita e concede il penalty ai biancoverdi. Dal dischetto perfetta esecuzione di Santaniello che spiazza Fumagalli e fa 0-2. La squadra di Braglia amministra il doppio vantaggio senza particolari grattacapi, con il Foggia che prova a rendersi pericoloso soprattutto con tentativi dalla distanza. Tuttavia, a sorpresa, i rossoneri accorciano le distanze all'86': Ndiaye dalla sinistra pennella al centro per Vitale che supera Forte con un preciso diagonale ravvicinato. Nel finale assalto disperato dei satanelli che non produce gli effetti sperati: l'Avellino passa 2-1 allo "Zaccheria" e condanna gli uomini di Marchionni alla terza sconfitta consecutiva.

IL TABELLINO DEL MATCH

LA CLASSIFICA AGGIORNATA

Ignazio Silvestri

Leggi altre notizie:FOGGIA Serie C Girone C