Il Foggia chiude l'anno con il botto: poker in trasferta alla Paganese - I AM CALCIO FOGGIA

Il Foggia chiude l'anno con il botto: poker in trasferta alla Paganese

Vittoria rossonera per 1-4
Vittoria rossonera per 1-4
FoggiaSerie C Girone C

Il Foggia supera in trasferta la Paganese con un roboante 4-1 e per Natale si regala la terza posizione in classifica. Rossoneri a segno con D'Andrea (doppietta per lui), Curcio e Rocca, rete locale realizzata invece da Schiavino

CRONACA - Moduli a specchio per i due allenatori che si affidano entrambi al 3-5-2. Nella Paganese spazio davanti al tandem composto da Diop e Mendicino; dalla parte opposta Marchionni deve rinunciare allo squalificato Salvi, sostituito in cabina di regia da Raggio Garibaldi. Sugli esterni spazio a Kalombo e Di Jenno, con in attacco l'ormai consueta coppia Curcio-D'Andrea. Parte subito forte il Foggia che sblocca la gara dopo appena quattro giri di lancette: lancio dalle retrovie, Mattia sbaglia la chiusura, ne approfitta D'Andrea che si invola verso la porta e al tu per tu con Campani lo trafigge con un preciso diagonale. La squadra di Marchionni fa la partita, la Paganese attende nella propria metà campo per poi ripartire in contropiede. Al 20' punizione calciata da Rocca, palla verso Curcio che prende il tempo alla difesa avversaria e calcia ad incrociare, conclusione che attraversa tutta l'area senza trovare la deviazione decisiva. Sette minuti dopo il raddoppio dei rossoneri: Raggio Garibaldi apre per Curcio che con un delizioso tocco sotto serve in profondità D'Andrea che di prima intenzione conclude a rete per lo 0-2 rossonero. I padroni di casa non ci stanno e provano a replicare cinque minuti più tardi: cross dalla destra di Carotenuto, Mendicino prende il tempo alla difesa rossonera e da posizione ravvicinata calcia incredibilmente sul fondo. Ancora Paganese al 36': lancio di Diop per Mendicino che anticipa Fumagalli in uscita con un leggero pallonetto, conclusione che si spegne a lato. Gli sforzi dei campani vengono premiati al 43' con il gol che riapre la partita: punizione di Scarpa, velo di Mendicino per Schiavino che da posizione defilata carica il tiro e trafigge Fumagalli. È anche l'ultima emozione del primo tempo, dopo tre minuti di recupero squadre che rientrano negli spogliatoi per l'intervallo con il Foggia in vantaggio 1-2. 

Nella ripresa pronti-via ed il Foggia cala il tris: filtrante di Raggio Garibaldi per D'Andrea che di prima intenzione conclude a rete, Campani respinge ma sul tap in si avventa Curcio che insacca a porta sguarnita. Al 62' si mette in proprio Di Jenno che va al tiro dalla lunga distanza: sfera che viene intercettata facilmente da Campani. Il Foggia dilaga al 70' con la rete dell'1-4: cross dalla sinistra di Di Jenno, Rocca anticipa l'estremo difensore di casa e di testa deposita in rete. Prova a farsi vedere la Paganese con Scarpa, ma la sua punizione viene bloccata senza problemi da Fumagalli. Nel finale è un monologo del Foggia che controlla fino al 95' senza correre rischi.

Risultato che lascia immutata la classifica della Paganese, ma che proietta invece il Foggia in terza posizione a pari punti con Catanzaro, Teramo, Catania e Avellino. Alla ripresa del campionato, prevista per il 10 gennaio, la squadra di Erra sarà impegnata nella delicata sfida salvezza con il Potenza, rossoneri che invece ospiteranno la Juve Stabia allo "Zaccheria".

IL TABELLINO DEL MATCH

LA CLASSIFICA AGGIORNATA

Ignazio Silvestri

Leggi altre notizie:FOGGIA PAGANESE Serie C Girone C