Dell'Agnello riacciuffa la Juve Stabia all'86': è 1-1 allo "Zaccheria" - I AM CALCIO FOGGIA

Dell'Agnello riacciuffa la Juve Stabia all'86': è 1-1 allo "Zaccheria"

Pari con gol tra Foggia e Juve Stabia
Pari con gol tra Foggia e Juve Stabia
FoggiaSerie C Girone C

Si conclude con un pareggio l'attesissimo match tra Foggia e Juve Stabia. Vantaggio ospite al 62' con Berardocco su calcio di rigore, pareggio rossonero nel finale con Dell'Agnello.

CRONACA - Marchionni conferma il suo consueto ed ormai collaudato 3-5-2: davanti a Fumagalli agisce il terzetto difensivo composto da Anelli, Gavazzi, e Germinio. Cabina di regia diretta da Salvi, sostenuto ai lati da Vitale e Rocca, con la novità Del Prete e Di Jenno sugli esterni. In attacco il solito tandem composto da Curcio e D'Andrea. Dalla parte opposta Padalino opta per il 4-3-3 con davanti il tridente formato da Fantacci, Romero e Orlando.

Avvio di gara sfortunato per il Foggia che perde dopo appena sette giri di lancette Del Prete per infortunio: al suo posto in campo Di Masi. Le occasioni più ghiotte le costruisce tuttavia la Juve Stabia che va vicina al gol quarto d'ora: cross di Rizzo dalla sinistra, Romero in acrobazia esalta i riflessi di Fumagalli che si oppone da campione. Tre minuti più tardi ancora pericolosi i gialloblù: Vallocchia pesca Fantacci a centro area che si accentra e calcia, conclusione che termina di poco a lato. Calano i ritmi della partita con le due squadra che, complici due ottime difese, fanno molta fatica ad imbastire azioni importanti. Al 39' cross dalla destra di Garattoni, colpo di testa debole di Mastalli intercettato senza patemi da Fumagalli. Da qui al 47' non accade più nulla, con le due squadre che rientrano negli spogliatoi per l'intervallo sul parziale di 0-0. 

La ripresa si apre senza cambi. La Juve Stabia sblocca il match al 62': Di Jenno atterra Romero in area di rigore, il direttore di gara vicino non esita ed indica il dischetto. Dagli undici metri perfetta esecuzione di Berardocco, Fumagalli intuisce ma non può nulla. Nonostante un buon avvio, subito lo svantaggio, il Foggia fatica a ritrovarsi. Ne approfittano i gialloblù che sfiorano il raddoppio cinque minuti dopo: cross di Scaccabarozzi dalla destra, colpo di testa a botta sicura di Romero ed altro grandissimo intervento dell'estremo difensore rossonero. Marchionni si gioca la carta Balde, che prende il posto di Vitale, con l'intento di raddrizzare le sorti del match. L'occasione per pareggiare se la procura D'Andrea all'82': l'attaccante rossonero vince un rimpallo e calcia, conclusione che però termina altissima. Ancora cambi: nel Foggia spazio a Morrone, Dell'Agnello e Garofalo ai posti di Curcio, D'Andrea e Salvi, nella Juve Stabia dentro Ripa e Codromaz per Orlando e Vallocchia. Gli sforzi dei padroni di casa vengono premiati all'86': Troest svirgola di testa, rimpallo che favorisce Dell'Agnello, conclusione al volo e palla che si va ad insaccare in fondo al sacco alle spalle di Tomei. Vengono concessi 4' di recupero nella quale la Juve Stabia sfiora il nuovo vantaggio: Gavazzi liscia di testa il pallone, Romero recupera palla e si invola verso la porta avversaria, ancora superlativo Fumagalli che chiude lo specchio. E' l'ultima emozione della partita: termina 1-1 l'attesissima sfida dello "Zaccheria".

IL TABELLINO DEL MATCH

LA CLASSIFICA AGGIORNATA

Ignazio Silvestri

Leggi altre notizie:FOGGIA JUVE STABIA Serie C Girone C