Al Foggia non basta Dell'Agnello: al "Massimino" il Catania vince2-1 - I AM CALCIO FOGGIA

Al Foggia non basta Dell'Agnello: al "Massimino" il Catania vince 2-1

Vittoria etnea per 2-1
Vittoria etnea per 2-1
FoggiaSerie C Girone C

Se l'aggiudica il Catania il big match della 19° giornata del Girone C del campionato di Lega Pro. Gli etnei superano 2-1 il Foggia al "Massimino" e conquistano tre punti importanti in chiave play-off.

CRONACA - Raffaele si affida al 3-4-3 con davanti il tridente composto da Piccolo, Sarao e Russotto. Dalla parte opposta nel consueto 3-5-2 di Marchionni la sorpresa è rappresentata da Dell'Agnello, preferito inizialmente a D'Andrea, per affiancare Curcio nel tandem offensivo. Esordio dal primo minuto infine per l'ultimo arrivato Cardamone, complice anche l'infortunio di Del Prete.

Parte molto bene il Catania che sfiora subito il vantaggio dopo appena otto giri di lancette. Cross di Russotto, respinta corta della difesa del Foggia, palla che termina sui piedi di Silvestri che tenta la conclusione al volo: sfera che termina di poco alta. L'ottimo avvio della squadra etnea è premiato al quarto d'ora con il gol del vantaggio: palla dentro di Piccolo per Sarao, sponda deliziosa di tacco per Dall'Oglio che in diagonale batte Fumagalli. Il Foggia fatica a ritrovarsi, complice anche l'attenta difesa dei padroni di casa. Al 36' altra occasione per il Catania: cross di Zanchi dalla sinistra, colpo di testa di Sarao e respinta con i pugni da parte dell'estremo difensore rossonero. Tegola per il Foggia al 40' con Marchionni che perde Rocca per problemi fisici, in campo al suo posto D'Andrea. Negli ultimi minuti della prima frazione i rossoneri aumentano l'intensità ed allo scadere trovano il pareggio: angolo di Curcio dalla destra, colpo di testa vincente di Dell'Agnello che non dà scampo a Confente. Si chiude così il primo tempo.

La ripresa si apre con un dobbio cambio nel Foggia: dentro Germinio e Di Jenno, fuori Galeotafiore e Cardamone. Passano appena sei minuti ed il Catania trova la rete del nuovo vantaggio: Russotto serve in profondità Piccolo che calcia ad incrociare e beffa Fumagalli. Lo stesso Piccolo si rende pericoloso sei più tardi: punizione dai venti metri, Fumagalli si oppone come può. Al 62' Curcio si mette in proprio e va al tiro dai venticinque metri, attento Confente che respinge. All'80' Piccolo serve di testa in profondità Calapai che prova a coordinarsi al volo, palla che termina a lato. Il Foggia non riesce a piangere, il Catania gestisce senza affanni fino al triplice fischio del sig. Gualtieri di Asti che sancisce la vittoria dei rossazzurri.

Con questa vittoria gli etnei salgono al 4° posto a quota 30 punti, mentre i rossoneri restano fermi a 28. Nel prossimo turno entrambe le compagini saranno di scena in trasferta: Catania ospite della Paganese, Foggia atteso invece dal derby con il Bisceglie.

IL TABELLINO DEL MATCH

LA CLASSIFICA AGGIORNATA

Ignazio Silvestri

Leggi altre notizie:FOGGIA CATANIA Serie C Girone C