Colpo del Cerignola al "Degli Ulivi": Fidelis Andria sconfitta 1-2 - I AM CALCIO FOGGIA

Colpo del Cerignola al "Degli Ulivi": Fidelis Andria sconfitta 1-2

Colpaccio del Cerignola ad Andria
Colpaccio del Cerignola ad Andria
FoggiaSerie C Girone C

Impresa dell'Audace Cerignola al "Degli Ulivi" di Andria. Gli ofantini superano di misura la Fidelis e conquistano la seconda vittoria consecutiva. Decidono la contesa le reti gialloblù siglate da Neglia e Malcore, a nulla è valso il gol dei padroni di casa con Orfei, utile solo a dimezzare lo svantaggio.

CRONACA - Moduli speculari per i due allenatori che optano entrambi per il 4-3-3: Cudini si affida alla vena realizzativa dell'ex Catania Sipos, supportato ai lati da Pavone e Orfei, Pazienza rilancia dal 1' Malcore al centro dell'attacco, con Achik e Neglia a completare il tridente.

Ritmi subito elevati in avvio di gara. Prima occasione di marca ospite dopo appena quattro giri di lancette: Neglia inventa per Achik, l'esterno gialloblù controlla e tenta il pallonetto, conclusione che termina a lato. Replica subito la Fidelis Andria: bella azione personale di Orfei che elude la marcatura di due avversari e calcia dal limite, conclusione che si spegne sul fondo di non molto. Clamorosa palla gol per i padroni di casa al 10': lancio dalle retrovie a cercare Sipos all'interno dell'area di rigore, uscita non perfetta di Saracco, palla che termina sui piedi di Pavone che incredibilmente calcia alto a porta sguarnita. A sbloccare il risultato è però il Cerignola al 19': micidiale ripartenza dei gialloblù, Neglia premia la corsa di Giofrè sulla sinistra, l'esterno difensivo rimette in mezzo a centro area per lo stesso Neglia che supera Savini con un tocco di precisione. Ofantini che sfiorano il raddoppio al 23': filtrante di Malcore per Achik che al tu per tu con Savini calcia incredibilmente sul fondo. Nell'occasione vibranti proteste dei gialloblù, per il contatto tra Mariani e Achik. La Fidelis non ci sta e replica due minuti più tardi: gran numero di Pavone che imbecca Urso, conclusione del numero 10 andriese che termina larga. Cerignola pericoloso ancora in ripartenza alla mezz'ora: sprint di Coccia sulla destra, apertura per Neglia sul versante opposto, tiro dell'attaccante gialloblù che trova l'opposizione di Savini. L'Audace continua a premere ed allo scadere di prima frazione raddoppia: lancio profondo di Tascone, Ercolani sorpreso, ne approfitta Malcore che supera Savini in uscita con un pregevole pallonetto. È anche l'ultima emozione del primo tempo: all'intervallo squadre che rientrano negli spogliatoi con il Cerignola avanti 0-2.

La ripresa si apre con due sostituzioni tra le fila dei padroni di casa: Cudini lascia fuori Hadziosmanovic e Pavone, dentro ai rispettivi posti Bolsius e Fabriani. Dopo sei giri di lancette Andria che perde per infortunio anche Ercolani, rilevato da Milillo. I cambi danno maggiori energie alla Fidelis che accorcia le distanze al 60': cross di Bolsius dalla sinistra, Orfei si coordina al volo e beffa l'ex Saracco. Prosegue la girandola di cambi: nella Fidelis spazio per Candellori che rileva Arrigoni, per il Cerignola dentro Bianco e Botta per Capomaggio e Langella. Al 65' ci prova Urso dal limite, conclusione che termina di un soffio a lato. Padroni di casa ad un passo dal pareggio poco dopo con il colpo di testa di Milillo che si stampa sul palo. Nel finale Fidelis che ci prova in tutti i modi, Cerignola che difende il vantaggio a denti stretti e porta così a casa il secondo successo consecutivo, il primo in trasferta.

IL TABELLINO DEL MATCH

Ignazio Silvestri